Progetto Giesdam

GIESDAM è un innovativo progetto di ricerca e sviluppo della società Rigel Engineering S.r.l. relativo alla realizzazione di un sistema per la gestione integrata delle emergenze ed il supporto decisionale nell’ambito del trasporto marittimo (merci pericolose, autostrade del mare, intermodalità, trasporto passeggeri).

Obiettivo principale del progetto GIESDAM, ottenuto facendo leva sulle emergenti tecnologie informatiche e telematiche, era quello di realizzare un sistema in grado di monitorare in modo integrato la condizione complessiva del mezzo di trasporto marittimo (nave cisterna, porta-container, traghetto, ro-ro) e delle informazioni contestuali più rilevanti.

Il sistema di monitoraggio e supporto decisionale GIESDAM permette una più efficiente gestione e valutazione delle situazioni, sia di emergenza che di normale operatività, ed è in grado di offrire un valido supporto decisionale per gli operatori ed i vari soggetti coinvolti (operatori a bordo delle navi, operatori negli uffici dell’armatore, agenzie di spedizione, organismi di intervento e soccorso, operatori dei servizi portuali ed intermodali, responsabili della sicurezza e delle operazioni nei porti ed in mare aperto).

Il progetto, strutturato in attività di analisi, progettazione, sperimentazione e prototipizzazione, ha portato alla realizzazione di una serie di prototipi delll’innovativo sistema GIESDAM, aventi funzionalità incrementali, che attraverso le successive fasi di reingegnerizzazione e commercializzazione del prodotto, verrà immesso sul mercato. Il progetto si è quindi concluso con una fase di verifica e validazione dei risultati ottenuti, relativa sia alla tecnologia di valutazione automatica del rischio, che alla qualità dei prototipi software sviluppati, con particolare attenzione alla verifica dei benefici per gli utenti del sistema.

Il progetto GIESDAM è stato realizzato grazie al cofinanziamento della Regione Toscana, nell’ambito della Misura 1.8 del DOCUP Obiettivo 2, anni 2000-2006, fondi strutturali della Comunità Europea.

L’innovazione

Gestione integrata delle emergenze: Modulo di Gestione Integrata delle Emergenze, che integra dati provenienti dai sistemi a bordo della nave (sensoristica, sistemi software verticali, gestione antincendio, gestione propulsione, gestione carico ed assetto, sistemi di comunicazione interni) ed esterni (meteo, traffico, sistemi di comunicazione esterni).

logogiesdam

Integrazione intelligente e valutazione del rischio: Modulo di Integrazione intelligente e valutazione del rischio, per il calcolo delle probabilità di occorrenza di eventi critici (fallimenti e guasti componenti, emergenze, incidenti) e quindi del livello globale di rischio della nave. La parte del progetto GIESDAM dedicata alla valutazione quantitativa del rischio è stata realizzata attraverso l’attivazione di una proficua collaborazione tra la società Rigel Engineering ed il centro di ricerca MICC, Università di Firenze (che ha visto principalmente coinvolti il Prof. Enrico Vicario e l’Ing. Luigi Sassoli).

L’obiettivo principale era lo sviluppo di una tecnologia che permettesse di affiancare al monitoraggio della situazione attuale le previsioni riguardo all’evoluzione futura della situazione. L’idea è quella di utilizzare le informazioni che riguardano lo stato della nave (che sono disponibili al Decision Support System) all’interno di un modello di rischio capace di valutare in tempo reale la probabilità dellíoccorrenza di determinati eventi sfavorevoli, quali collisioni, incendi, perdita di stabilità, e problemi strutturali.

A questo scopo, è stato ideato un metodo che estende le capacità della fault tree analysis (FTA), rendendo possibile l’espressione di qualunque forma simbolica per descrivere le probabilità di fallimento dei componenti. Inoltre, è stato sviluppato un tool che permette l’editing, la simulazione e l’analisi di modelli di rischio. La caratteristica più rilevante ai fini degli obiettivi proposti la capacità del motore di analisi di ricevere dall’esterno le informazioni riguardanti lo stato dei componenti, abilitando non solo la valutazione di dependability nella fase di progetto, ma la stima del rischio aggiornata rispetto alle situazioni che si verificano durante le fasi operative. Il motore di valutazione dell’affidabilità è stato realizzato tramite il tool ORIS.

figura2gies

Interfaccia Avanzata Uomo-Macchina: Realizzazione della Interfaccia Avanzata Uomo-Macchina, di tipo “rich client” e basata su web, che integrando funzionalità GIS, propone una visualizzazione completa ed immediata degli eventi in corso, mantenendo caratteristiche di elevata usabilità. L’interfaccia utente è multimodale, in quanto integra tecnologie di sintesi vocale per la presentazione delle informazioni agli operatori. L’accesso da parte degli utenti-operatori alle funzionalità del sistema avviene tramite un unica interfaccia web (monitoraggio, integrazione intelligente, valutazione del rischio e gestione integrata delle emergenze) mentre è disponibile un editor visuale ad-hoc per la creazione del modello di rischio.

figura1gies